Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Renata Boero: l'alfabeto della natura

Alchimista della pittura, impegnata in un lento lavoro fatto di pazienti attese, d’intense scoperte, le sue opere si sviluppano attraverso una centralità attribuita al rapporto tra segno, colore-natura, memoria -rappresentazione. Una ricerca che dialoga direttamente con la natura della terra, estraendo da essa, dai suoi fiori e dai suoi frutti, vegetali, animali e minerali, pigmenti e cromie: “…sceglie erbe, radici, pigmenti, chiocciole, e quant’altro in natura, la curcuma, la cocciniglia, l’henné, la mestica; la loro ebollizione in grandi pignatte e contenitori e la successiva colatura dà il via al’azione sulla tela”. Così Paolo Fossati, tra i primi studiosi e critici d’arte a seguirla e a leggerne con raffinata attenzione la ricerca, descrive il suo procedimento creativo che si caratterizza per il costante travaso da un aspetto diciamo istintuale, sensoriale, attivo, ad un livello razionale, meditativo, contemplativo come suggeriscono le suddivisioni della tela in sezioni quadrate o rettangolari dove i colori si dispongono e distinguono, in una griglia di kleiana memoria, insieme a grafie e frammenti di frasi e parole capaci di sussurrare alla terra dalla quale nascono. Una ricerca coerente e intensa, come dimostrano i critici e gli studiosi, le esposizioni personali e collettive con i quali e nelle quali, nel corso del tempo, le sue opere hanno saputo dialogare, Paolo Fossati, Martina Corgnati, Maurizio Fagiolo dell’Arco, Marisa Vescovo, Luciano Caramel e Achille Bonito Oliva.  Le sue opere sono state esposte da Vienna a Barcellona, da Bonn a Ginevra, da Bruxelles a Parigi, da Chicago alla Bielorussia. Fin dagli anni Ottanta sono da ricordare importanti esposizioni internazionali, presso spazi espositivi  pubblici, come la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma il Museo Pompidou di Parigi.  

 Ha partecipato alle principali biennali d’arte contemporanea, dalla Biennale di San Paolo in Brasile alla Biennale Internazionale d’Arte di  Venezia, dove espone per la prima volta nel 1982, nel Padiglione Italiano curato da Luciano Caramel; a questa, seguiranno l’invito alle Biennali Veneziane del 1993 (“Transiti”), del 1995 (“Identità e differenze”), del 2009 (“Fare mondi”), mentre nel 2008 e nel 2010 la sua opera è presente nelle mostre collaterali della Biennale Internazionale d’Architettura, sempre a Venezia. Negli anni 2010 e 2011 un lungo ciclo di mostre in Argentina impegna l’artista negli spazi della Hall Central del Pabellón Argentina - Ciudad Universitaria UNC Córdoba, del Museo Provincial de Bellas Artes “Arias Rengel”- Salta, Museo Provincial de Bellas Artes “Timoteo Navarro”- San Miguel de Tucumán e Museo de Bellas Artes di Rio Cuarto. Renata Boero vive e lavora a Milano, dove insegna all’Accademia di Belle Arti di Brera. La mostra, in forma più estesa, è stata ospitata quest’estate nella splendida cornice del Castello Aragonese di Ischia ed ora viene accolta nei nostri spazi espositivi…

Seguiteci….

 

 

COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 13 - Brescia
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991