Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Pino Pascali. Mediterraneo Metropolitano

Dal confronto con i nuovi riti e i miti della modernità come, ad esempio, quello di New York vedono la luce i progetti per spot imprescindibili come quelli dedicati al mondo dei Killers, alle periferie o quelli relativi alla campagna pubblicitaria per la Algida. L’anima metropolitana di Pino Pascali si arricchisce anche grazie alla sua presenza nella cosiddetta Scuola di Piazza del Popolo, nel gruppo di artisti romani (Schifano, Mambor, Tacchi, Fioroni) che analizzarono, con un linguaggio assolutamente riconoscibile, gli emblemi e le forme della nuova società.

Stimoli e aspetti che si scorgono anche nei fondali e nelle immagini dei lavori per il Carosello che Pascali creava parallelamente alle opere installative: entrambe risentono della sua poliedrica eccentricità, della sua capacità di attraversare e pre-correre linguaggi e movimenti, presentando tutt’oggi numerosi aspetti interessanti da indagare nella loro reale complessità e persistenza linguistica. 

 La mostra si presenta come un’importante personale destinata a rintracciare alcuni elementi chiave del linguaggio dell’artista. Con il supporto e i contributi teorici e critici di Rossella Romito e di Enza Bergantino, del gruppo di ricerca del Dipartimento dei Beni Culturali e dello Spettacolo dell’Università di Parma, e la supervisione del Museo Fondazione Pino Pascali, è stato elaborato un importante progetto dedicato all’artista, dal quale deriva il titolo della mostra in Galleria.

Tale progetto, siamo felici di comunicarlo sin da ora, sfocerà in un’esposizione dedicata aPino Pascali presso uno spazio pubblico di Parma nella primavera del 2012, alla quale collaboreremo nel prestito delle opere.

 L’importanza del suo operato è stata inoltre recentemente rimarcata dal progetto allestito presso Palazzo Bianchi Michiel, nel contesto della Biennale di Venezia: “Pino Pascali. Ritorno a Venezia / Puglia Arte Contemporanea”. La mostra a cura di Rosalba Branà e Giusy Caroppo con la collaborazione della Fondazione Museo Pino Pascali e della Regione Puglia, è stata realizzata con l’obiettivo di rendere il dovuto omaggio all’artista che, proprio alla Biennale del 1968, vinse il premio per la Scultura.

Siamo felici quindi di pensare che la nostra mostra in Galleria si ponga quale ulteriore momento di approfondimento di un aspetto importante della ricerca di Pino Pascali, tra mediterraneo e metropolitano, in un affascinante incontro tra natura e cultura…ma anche tra diverse generazioni creative: infatti per l’occasione sarà esposta in galleria una affascinante installazione site specific creata da Laura Renna, artista attuale, classe 1971, in onore al suo “maestro spirituale”. Già affermata a livello internazionale (nel 2010 espone alla mostraLa scultura italiana del XXI secolo, Fondazione Pomodoro, Milano, curata da Marco Meneguzzo) e nel 2009 alla manifestazione JCE Jeune Création Européenne, Salon Itinérant d’Art Contemporain, presso Palazzo Ducale a Genova, Centre Cultural Tecla Sala a L’Hospitalet De Llobregat, Barcellona e il Museo Amadeo de Souza Cardoso ad Amarante, Porto, curata da Sandra Solimano e Emilia Marasco, Laura Renna condivide infatti con Pino Pascali le radici pugliesi e l’amore per i materiali poveri, utilizzati per creare una imponente e delicata opera scultorea e architettonica che accompagnerà il pubblico nel percorso espositivo da un ambiente all’altro della nostra Galleria.

Seguiteci…

 

COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 13  BRESCIA
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991