Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Vi presentiamo le affascinanti geometrie di luce e colore realizzate dall'artista Giorgia Zanuso

zanusoGiorgia Zanuso ricostruisce l'armonia strutturale del cosmo, quella che si respira anche nel mondo naturale, facendo scorrere l'energia vitale sottesa ai suoi perenni mutamenti nella complessa articolazione spaziale dei suoi circuiti illuminati da led.

La loro configurazione compositiva è strutturata secondo una precisa concatenazione matematico-geometrica nello sviluppo proporzionale dei segmenti, derivata dallo studio della sezione aurea nella geometria sacra o della sequenza di Fibonacci. Nell'artista è racchiusa una sorta di “anima primigenia peregrinante” che la spinge a sondare la dimensione più profonda dell'esistenza umana, ad interrogarsi sulla manifestazione di un principio creatore, ponendosi come tramite tra l'uomo e la conoscenza della vastità del mondo che sfocia in una sua icastica proiezione schematica.

L'ordine naturale dell'universo si riflette nell'evoluzione rigorosa e organica di forme geometriche concentriche, ispirata a quella dei mandala tibetani, generate dall'incontro di elementi primari dalla forte valenza simbolica di origine ancestrale: due sottili linee definite dalle luci led che si incrociano a formare una metaforica “ferita”, un taglio, dal quale scaturisce la luce, simbolo di rinascita. La luce è, fin dall'inizio, l'elemento strutturante delle sue costruzioni geometriche che si configurano come diretta proiezione dell'essere in potenza, naturale estensione della dimensione interiore dell'artista in perenne sviluppo sulla tela bianca vergine e sul plexiglass trasparente. Essi sono concepiti come spazio neutrale, simile al vuoto dello zen giapponese e dell'arte orientale, come dimensione dei possibili sui quali si sviluppano gli intrecci optical dalle forme archetipiche della Zanuso, che appaiono come sintesi di materia e forma in continuo divenire, metafora dello svolgersi delle infinite possibilità della vita nei suoi filamenti di luce. Seguendo il loro intrecciarsi, così come il susseguirsi, nei suoi Sipari, di regolari campiture cromatiche che si sovrappongono giocando sulle cromie complementari, si risale ad una verità universale, rappresentata da uno spiraglio sottile di luce, quell'essenza pura che i neoplatonici chiamavano “anima del mondo”, dalla quale discende l'intero universo sensibile, la realtà delle cose.

L'artista ha esposto al Palazzo della Cancelleria di Roma, alla Fondazione Zappettini di Chiavari (Ge), all'inQubatore Qulturale di Venaria Reale (To) e alla galleria Biffi di Piacenza.

Scopri di più sul suo profilo...

COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 13  BRESCIA
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991