Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Vernissage della mostra personale dedicata a Roberto Malquori dal titolo Pop time

usa malquori
Roberto Malquori, U.S.A., 1967, décollage su carta intelata, 33 x 54,5 cm
 
Sabato 9 settembre, dalle ore 16.30, vi aspettiamo al vernissage
della mostra personale dedicata al maestro toscano Roberto Malquori dal titolo Pop time.
 
 
Roberto Malquori (Castelfiorentino, Firenze, 1929) è uno degli esponenti della Pop Art italiana degli anni '60 che ha varcato i confini nazionali per aderire al Bauhaus Situazionista Scandinavo ed esporre in occasione di eventi come l'Alternative Documenta a Kassel nel 1972 o la mostra itinerante Drakabygget. Frihetens Verkstad. The Workshop of Freedom, svoltasi fra Svezia, Olanda e Danimarca e conclusasi a Göteborg nel 2001.
Anticipando sia il successo di Rauschenberg alla Biennale Veneziana del 1964 che la nascita del riporto fotografico su tela emulsionata della Mec-Art, già nel 1963, l'artista aveva ideato il suo personale linguaggio espressivo, caratterizzato dall'accostamento e dalla moltiplicazione di immagini sottilmente subliminali tratte dal panorama iconografico dei mass media, illustrazioni pubblicitarie estratte dai giornali con speciali solventi che, tramite l'assorbimento degli inchiostri, trattengono la loro roboante sensualità, talvolta la accentuano, sottraendole dal loro contesto originario per trasformarle in effimere icone di un mondo patinato. La loro vacuità viene rivelata in semi trasparenza solamente tramite il “medium” della carta o della tela sulle quali vengono trasferite: il risultato sono le sue Iconosfere, esposte per la prima volta nel 1964, in occasione della personale alla galleria L'Indiano di Firenze, due mesi prima della Biennale.
Il suo “décollage”, inteso nell'accezione di distacco dell'essenza dell'immagine da rotocalchi e manifesti, e diverso da ogni altra espressione artistica coeva, diventa un'operazione di ritorsione critica che si inserisce nella tradizione dell'esplorazione creativa e semantica del mondo mass-mediatico, in linea con le coeve 6sperimentazioni artistiche interdisciplinari più all'avanguardia, come quelle della Scuola di Pistoia: dal collage delle avanguardie storiche al décollage di Rotella e degli affichistes francesi, per arrivare al ludico rovesciamento delle immagini in segni nelle sperimentazioni della Poesia Visiva degli amici del Gruppo 70, come Eugenio Piccini e Lamberto Pignotti.
Nella sua arte, il décollage opera estrapolando analiticamente dati di realtà, come avviene nella poetica “predatoria” dei Nouveaux Réalistes, ma utilizzando gli stessi strumenti tecnologici e comunicativi della civiltà dei consumi: la ripetizione ossessiva, l'accumulo si trasformano, tramite il capovolgimento e l'affastellamento dei segni, in un caleidoscopio di associazioni oniriche che ingloba forme e motivi simbolici tratti dagli ambiti culturali più eterogenei, passati e futuribili, per creare ambienti momentanei della vita, improntati al culto dell'effimero e capaci di provocare nello spettatore, ancora al giorno d'oggi, il “détournement”, lo straniamento decantato dall'Arte Situazionista.
Malquori dà vita ad una sorta di “sinestesia culturale” dove arte, poesia, cinema, e pubblicità si fondono in un caleidoscopio di immagini. L'artista ha esposto al Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato (2007, 2010), il Museo della Permanente (2008) e il Museo Pecci (2013) di Milano, il Museo di Arte Moderna di Buenos Aires (2012), il Museum of Fine Arts di Koahsioung e il National Palace Museum di Taipei in Taiwan (2013), il Museo Novecento di Firenze (2015), il Mart di Rovereto (2015), la Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo (Parma), nel 2016, e il Museo del Risorgimento di Torino, nel 2017.  
 
 
COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 13 - Brescia
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991