Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Fino al 10 maggio potrete visitare la mostra personale di Sandi Renko

invito renko
renko uno renko due

Con un'ampia selezione di opere e un tavolino di design progettato appositamente per l'occasione dall'artista, questa mostra ci presenta l'evoluzione e le molteplici sfaccettature del linguaggio espressivo di Sandi Renko (Trieste, 1949), italo-sloveno, partendo dal primo lavoro giocato definendo sottili linee di colore nelle ondulazioni del canneté: Composizione C, del 1969; proprio negli anni '60-'70, l'artista entra in contatto con la mutevolezza percettiva dell’arte cinetica e programmata, frequentando il centro Arte Viva, base operativa del gruppo triestino d’avanguardia Raccordosei, presso la libreria Feltrinelli, dove sono passati Enzo Mari, Getulio Alviani e Bruno Munari e tramite la conoscenza di Alberto Biasi. Nelle mani dell’artista, l’illusione ottica dell’arte cinetica si trasforma in uno strumento di esplorazione visiva dello spazio. Esso viene sondato dall’incessante evolversi di griglie geometriche modulari, delineate dai ritmi lineari di ribaltamento e sprofondamento delle facce di un elemento strutturale primario (Kubik): il cubo di Necker, caro alla Gestalt, quanto all’artista. I confini dell’opera, come un frame, inquadrano un istante di tale sviluppo volumetrico, sagomato in una molteplicità di configurazioni dall’andamento lineare che appaiono improvvisamente come onde vibranti, cambiando il punto di vista, grazie alla modulazione luministica del colore che viene scandito dalla studiata danza dei contrappunti di linee di colore tra i microrilievi del canneté. Talvolta, questa tensione espansiva di strutture formali assume forme tondeggianti (Ritondi), rompe l’equilibrio proporzionale dell’evoluzione delle sfaccettature del cubo, conformandola in poligoni irregolari (Sider) e giungendo ad estenderla nella terza dimensione (Siderali ed Estroflessioni), anche utilizzando materiali metallici (Plot). L’artista ha esposto alla 57° Biennale di Venezia, accanto agli amici del Centro Verifica 8+1, al Museo Nazionale di Villa Pisani di Stra, ai Giardini del Castello di Este (Ve), a Vienna, in Slovenia, a New York e in occasione di importanti rassegne di arte contemporanea come Artefiera Bologna e Art VeronaOgni visitatore riceverà una spilla con riprodotta un’opera di Sandi Renko stampata in lenticolare 3D. 

Vi aspettiamo...

Per maggiori informazioni, scarica il comunicato stampa 

La mostra è stata segnalata, tra gli altri, da 

Corriere della Sera

MagazineArt 

Bresciaoggi

Artribune

COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 16 - Brescia
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991