Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?
  • FINO AL 31 LUGLIO 
    SANDRO DEL PISTOIA

    delpistoia slide

    Vi aspettiamo per visitare la mostra UniVerso, dedicata a Sandro Del Pistoia che ha realizzato, appositamente per l'occasione, una monumentale scultura in ferro, Contro Nulla, Oltre Tutto, collocata nella piazzetta di Corsia del Gambero. Sulla superficie del'opera si snoda un reticolato di moduli strutturali esagonali, simile ad un tessuto molecolare. Per maggiori informazioni, visita la sezione NEWS.

  • 1
  • 1

 

ule invito

Siamo lieti di annunciarvi che l'artista salentino Daniele Papuli è tornato ad esporre al Castello Aragonese di Ischia con la mostra personale Ule. Carte visionarie. Scultografie, installazioni video.

ULE è un racconto visionario attraverso la carta, l’acqua e l’inchiostro. Duecentottantacinque metri di carta leggera uso scontrino che l’artista Daniele Papuli ci fa guardare come la pellicola di un film. Un progetto che risale al 2009 con l’inchiostratura di 19 bobine ora selezionate e raccolte in sette titoli: ule, respiri, mondi, voli, viaggi, evanescenti, distanti. 
E’ una visione incantata di macchie, di aloni, di neri profondi, di ramificazioni, di osmosi lente che appartengono solo alla carta, materia elettiva dell’artista da oltre un ventennio. In un gioco continuo di pareidolia si associano forme e sbavature a qualcosa d’altro, come fa un bambino quando guarda le nuvole.
Un grande foglio di trenta metri si srotola dall’alto e si apre alla visione. E’ sia schermo della proiezione che scorre lenta per venticinque minuti da destra a sinistra che palcoscenico per un gruppo scultografico di materia cartacea. Le sculture si rivelano come forme arcaiche affioranti, estrapolate dal racconto, definite “Cuti”, che nel dialetto salentino significa di concrezione dura, fatte con carte di vario tipo indurite dalla stratificazione e dalla assorbenza del colore. Si vestono perciò di sfumature, di aloni, di segni e disegni e si fanno visionarie.
ULE è un’esperienza da compiere. Il suono o meglio i suoni che accompagnano la visione sono registrazioni eseguite con ampi fogli di carta, lamelle, strisce, veline o di grammatura più pesante, stropicciate, accartocciate, strappate come fa un rumorista che combina immagine e suono, in questo caso macchia e vibrazione.
Un progetto a più mani. Quelle dell’artista che affondano nella materia e ne scova anche le sonorità, quelle di Gianni De Rosa che pizzicano, saltellano e scorrono libere sulle corde tese della sua viola e quelle di Renato Ferrero che pazienti impaginano immagini, suoni, silenzi.
Un breve video, sempre proiettato su carta, introduce il visitatore al progetto. Si raccontano il lavorio, l’idea, gli incontri e lo sviluppo armonico di ULE, che nel salentino vuol dire voglia, desiderio insoddisfatto che riappare come macchia sulla pelle, ma anche vola, al singolare, come auspicio di leggerezza.

ule dettaglio
ule dettaglio2  ule dettaglio3 

Sopra, alcune foto dei gruppi scultorei denominati "Cuti", dure concrezioni cartacee intrise di inchiostro e colore che si inseriscono all'interno dell'installazione. 

Sotto, tre Frame del video Ule e alcuni scatti che ne raccontano il lavoro.

Le registrazioni sono state realizzate tra il 2017 e il 2018 nello studio di Renato Ferrero OPGFILMS a Milano.

frame due frame tre
ule frame
ule makingof tre ule makingof due
ule makingof
COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 16 - Brescia
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti e tutte le date delle prossime mostre