Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?
  • MOSTRA IN CORSO:

    luna 2019

    Vi aspettiamo per visitare la mostra celebrativa della ricorrenza dei 50 anni dallo sbarco sulla luna (1969-2019) dal titolo Quante storie sulla luna...a cinquant'anni dall'allunaggio. Più di 50 artisti interpretano le emozioni suscitate da questo evento storico attraverso un percorso che include più di 60 opere...per maggiori info, visita la sezione NEWS

  • DEMIS MARTINELLI

    demis uno

    La monumentale scultura in ferro di Demis Martinelli, dal titolo Diversamente uguali, adorna la piazzetta di Corsia del Gambero, nel cuore del centro storico di Brescia. L'opera si erge come un totem di metaforici tralci che si intrecciano a simboleggiare l'unione di diverse culture e lo spirito cosmopolita della città. Per maggiori info, visita la sezione NEWS

  • 1
  • 2
  • 1

 

MUBA

Daniele Papuli è stato invitato a realizzare una delle sue scenografiche installazioni site-specific al MUBA. Museo dei Bambini di Milano, in occasione della mostra-gioco Natura. Giocare e scoprire la natura con occhi nuovi, caratterizzata da laboratori e seminari di formazione, in corso fino al 6 gennaio 2020 nel centro per lo sviluppo e la diffusione dei progetti culturali dedicati all'infanzia, con il quale l'artista ha già collaborato in passato. Da sempre, l'ente persegue l'intento di promuovere nei bambini uno sguardo aprto sul mondo attraverso un costante lavoro di ricerce e sperimentazione. 

La mostra nasce con l’obiettivo di ampliare la capacità di osservazione dei bambini, fornendo loro strumenti che facilitino l’esplorazione della natura e proponendo attività ed esperienze che non si possono trovare “fuori” in una situazione naturalistica tradizionale. Un comitato scientifico composto da esperti del mondo pedagogico e culturale, insieme al contributo di diversi artisti e creativi, ha supportato MUBA nell’ideazione delle singole installazioni.

Il giardino incartato affronta le forme presenti in natura, approfondendo in particolare il tema della ricorsività. La linea, il cerchio, la raggiera e la spirale sono esempi di forme che tornano con continuità in diversi elementi naturali e che qui possono essere esplorate con le mani, con gli occhi e con tutto il corpo. L’interazione con strutture di carta modulabili di grandi dimensioni, realizzate da Daniele Papuli, memori degli origami di tradizione giapponese, permette di modificarne di volta in volta la forma, esplorandone le ricorrenze. L’installazione è curata da Barbara Zoccatelli, pedagogista e formatrice presso l’Università di Trento e Atelier La Coccinella scs. Le opere cartacee dell'artista, presenti nell’installazione sono state realizzate con carta Canson, sponsor tecnico della mostra. 
 

 

muba uno muba due
 
Un altro importantissimo appuntamento ha visto Daniele Papuli tra i 13 artisti di fama internazionale selezionati da Cristina Morozzi per interpretare, declinandole secondo il proprio linguaggio espressivo, le riporduzioni in scala della famosa statua equestre progettata da Leonardo e trasformata in realtà, nel 1999, dall’artista giapponese Nina Akamu. I cavalli d'artista sono stati realizzati per il Leonardo Horse Project, inserito all'interno della Milano Design Week 2019 e del palinsesto Milano Leonardo 500 promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano in occasione delle celebrazioni del cinquecentenario della morte di Leonardo. Nel mese di aprile sono stati esposti tutt'intorno alla gigantesca statura bronzea collocata all'ingresso della Tribuna Secondaria dell'Ippodromo Snai di San Siro, di proprietà della Snaitech, società promotrice dell'evento. 
Le opere di Markus Benesch, Marcelo Burlon, Matteo Cibic, Serena Confalonieri, Simone Crestani, Roberto Fragata, Andrea Mancuso | Analogia Project, Antonio Marras, Vito Nesta, Mario Trimarchi, Daniele Papuli, Elena Salmistraro e Marcel Wanders sono state svelate durante la serata inaugurale, durante la quale il Cavallo di Leonardo è stato protagonista di uno show di video-mapping che ne ripercorre la storia e il progetto. L’installazione all’Ippodromo è stata accompagnata da una mostra multimediale realizzata in collaborazione con il Museo della Battaglia e di Anghiari con la curatela di Gabriele Mazzi, direttore dello spazio museale toscano.
Gli studi anatomici sull’animale, gli schizzi, i disegni e i cartoni preparatori della pittura murale mai realizzata da Leonardo della battaglia di Anghiari ispireranno un racconto che tocca alcuni aspetti della personalità dell’artista e della sua formazione. Il Grand opening è stata l’occasione per scaricare l’app di realtà aumentata Leonardo Horse Project, grazie alla quale il visitatore può conoscere, attraverso un’esperienza immersiva, la storia del Cavallo e approfondire gli studi equestri fatti dal genio toscano che in realtà non riuscì mai a realizzare la statua equestre più grande del mondo commissionatagli da Ludovico il Moro.
Da maggio a novembre, le opere saranno esposte in punti nevralgici della città milanese, in moda da far conoscere al più ampio numero possibile di cittadini e turisti la splendida statua equestre e celebrare il genio di Leonardo come “primo designer della storia”.
cavallo-papuli horse-leonardo
Daniele Papuli al lavoro sul suo cavallo  Eolonard 
COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 16 - Brescia
tel. +39 030 3758583 
cell. +39 338 9528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato 10-12 / 15-19
orario estivo: chiusura ore 18 
sabato chiuso
domenica su appuntamento
lunedì chiuso

logo angamc

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti e tutte le date delle prossime mostre