Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

L'installazione site-specific di Francesca Pasquali nella boutique milanese di Salvatore Ferragamo

ferrag vetrina

In occasione della Fashion Week milanese, Francesca Pasquali ha decorato con un intervento site-specific cinetico e multicolore le vetrine e gli spazi interni della boutique di Salvatore Ferragamo in via Montenapoleone, arricchendo l'esperienza dello shopping di lusso con un'esperienza polisensioriale.

A catturare l'attenzione di clienti e visitatori, sono i colori sfavillanti e intensi di drappi che scendono a cascata composti da sinuose setole plastiche, tra i materiali d’elezione dell’artista, da sempre attenta alle relazioni tra natura e artificio. Mossi da peculiari congegni meccanici, essi si trasformano in scenari in movimento per la collezione Salvatore Ferragamo, soffiando e muovendosi in una lieve energia vitale.
Un layout plastico-visuale che indaga le potenzialità di materiali in apparenza semplici, in linea con uno dei tratti distintivi della Maison, l’accostamento eclettico di materiali umili e preziosi, antichi e moderni, ma anche le interazioni tra arte e moda, in uno scambio sempre ricco di spunti e riflessioni, ma prima ancora di emozioni e sensazioni.
Per la seconda volta Salvatore Ferragamo sceglie di avvalersi della creatività di Francesca Pasquali che aveva già lavorato alla realizzazione del progetto Sofia Straws (2013), speciale “borsa d’artista” caratterizzata dall’applicazione di uno strato di cannucce sul corpo della bag iconica del brand, presentata da Massimiliano Giornetti in escusiva per Harper’s Bazaar ART Cina. Questa nuova iniziativa conferma, ancora una volta, l’importanza del ruolo che la Maison attribuisce alle collaborazioni con artisti di talento. In un costante dialogo alimentato tra la moda e l’arte contemporanea, Salvatore Ferragamo continua ad investire in un'innovazione che si rapporta in maniera sempre più efficace con i nuovi consumatori.
L’installazione site-specific di Francesca Pasquali verrà poi presentata nuovamente in occasione della riapertura della boutique parigina di Avenue Montaigne e, più tardi, nella boutique londinese di Sloane Street.

Per maggiori informazioni, scarica il comunicato stampa

ferrag ve ferrag shoes

Art Parma Fair 2016 - edizione primaverile

Sabato 27 e domenica 28 febbraio e il week end successivo, da venerdì 4 a domenica 6 marzo, abbiamo partecipato ad

parma

p two p tree
p one p four

 

 

L'installazione Glasswall di Francesca Pasquali esposta al Centro Unipol di Bologna fino al 16 aprile

glasswall

L'installazione site-specfic di Francesca Pasquali dal titolo Glasswall è esposta presso il

CUBO. Centro Unipol Bologna

cubologo

in collaborazione con:

  comune bologna      fiera bologna        logo comune             artefiera 2016

In concomitanza con la 40° edizione di Artefiera Bologna il CUBO. Centro Unipol di Bologna ha aperto al pubblico l'installazione site-specific Glasswall di Francesca Pasquali, allestita in occasione della mostra FLUX-US, un percorso artistico, sperimentale e interattivo, a cura di Angela Memola e Pascual Jordan, che è rimasta aperta al pubblico dal 27 gennaio al 16 aprile.

L’installazione di Francesca Pasquali è un’opera cinetica e audio-video reattiva, formata da 150.000 bicchieri di plastica di diverse dimensioni e trasparenze, forniti da ILIP, azienda che promuove l'eco-sostenibilità, e nasce come riflessione sulla trasformazione e sulle potenzialità della materia. È composta da una parete, come dice il titolo stesso, una cascata di materia che, alla presenza del pubblico, si anima, mutando forme, colori, illuminandosi e producendo sonorità diverse a seconda del movimento dello spettatore davanti ad essa. Hanno collaborato alla sua realizzazione Carlotta Piccinini con Andrea Familari per l’intervento video, Luigi Mastandrea con Bernardo Lo Sterzo per l’intervento audio. Le forze creative di ciascuno di loro hanno dato vita a un’esperienza unica nel suo genere, con un messaggio importante: dimostrare il potere del riuso dei materiali e l’importanza della relazione tra l’opera e il suo pubblico, come messaggio di amore e speranza per una trasformazione positiva delle cose. Quest'opera si pone in aperto dialogo con le opere dell'artista Mary Bauermaister, una delle principali animatrici della scena artistica di Colonia che nella Lintgasse fu il centro del movimento pre-fluxus. La mostra, infatti, con il coinvolgimento di questa artista ormai storicizzata, da sempre vicina agli artisti della corrente Fluxus, vuole riscoprire la potenza dell’arte quale fluire continuo nella vita, dialogo con le persone, innovazione e meraviglia quotidiane, proprio come avveniva negli event e nei festival Fluxus, basati sul principio dell'unità tra arte e vita promulgato dalle avanguardie storiche. In questo spirito, il concetto di opera d'arte assume il significato di esperienza estetica che si collega al flusso vitale dell'esistenza. 

Ad accompagnare l'installazione di Francesca Pasquali, la performance del gruppo artistico mediale fuse* che rappresenta un flusso di dati condiviso da milioni di persone sulla rete tramite i 125.952 LED delle colonne del Media Garden, canale di accesso dei dati raccolti in tempo reale dai social network che si illuminano controllati dall'algoritmo .amygdala tradotti in suoni e colori. L'iniziativa è nata nel contesto del programma istituzionale ART CITY NIGHT - Bologna 2016 che espande il flusso dell'arte contemporanea di Artefiera nel contesto della città di Bologna.

Per maggiori informazioni, scarica il comunicato stampa

Leggi tutto...

Artefiera Bologna 2016

 

da giovedì 28 gennaio a lunedì 1° febbraio 2016 abbiamo partecipato ad

bologna 2016

colossi b1 colossi b2
colossi b4 colossi b3
COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 16 - Brescia
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

logo angamc