Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Paolo Scheggi. La profondità della superficie

Dal 20 gennaio all'8 marzo 2007 

Paolo Scheggi è stato nell’arte come una meteora incandescente: con queste parole, Daniele Colossi introduce il pubblico all’esclusiva esposizione dedicata ad uno fra gli artisti più sperimentali ed innovativi nel dibattito artistico degli anni Sessanta e Settanta italiani ed europei, la cui opera non cessa, ancora e soprattutto oggi, di suscitare interesse e riflessioni.

Fiorentino d’origine, milanese per adozione, nel breve volgere della sua vita Scheggi seppe estendere la propria creatività dall’architettura al teatro, dalla moda al design – basti pensare alle sue collaborazioni con Bruno Munari, Alessandro Mendini, Germana Marucelli – con una coerenza ed una originalità raramente coesistenti, come ha saputo intuire e poi sottolineare la critica più illuminata, da Dorfles a Celant, da Argan a Calvesi a Szeeman.

Posta sotto l’Alto Patrocinio del Senato della Repubblica, la mostra intende allora ripercorrere il suo percorso creativo a partire dalle fondamentali opere realizzate attorno al 1960, quando il giovane artista, dallo studio di Settignano, iniziava ad elaborare la propria personalissima concezione spaziale, associando la funzione della superficie all’impatto del colore, già sapientemente “scelto”, alla centralità del segno-icona – la freccia, il vettore, l’ellisse ed il punto – quale indicatore spaziale di una “situazione” e di una “visione” destinate a ritornare, con centrale insistenza, in tutta la sua opera successiva.

copertina_scheggi

Leggi tutto: Paolo Scheggi. La profondità della superficie

Pino Pascali. Genio ribelle tra libertà e committenza

Dal 23 settembre al 15 novembre 2006

Dal 23 settembre al 15 novembre la Galleria Colossi Arte Contemporanea di Chiari (Brescia) espone una straordinaria rassegna di opere realizzate da Pino Pascali per il mondo della pubblicità televisiva e cinematografica – “Pino Pascali: genio ribelle tra libertà e committenza”.

L’accurata selezione dei lavori proposti offre al pubblico la possibilità di tornare indietro nel tempo, quando il mondo dei mass-media era, anche e soprattutto per gli artisti, una terra fertile in cui sbizzarrirsi con tutte le potenzialità espressive e creative.

“…Centauri romantici, in una cultura massificante nell’Italia del boom, tra la Fiat Seicento e l’avvento della televisione, progettavano forme, e avevano intuizioni profetiche…” : così ricorda quel decennio, intenso e bruciante, Paola Pitagora; con oltre cinquanta opere, tra disegni, fondali e progetti, la mostra ricostruisce uno degli indiscussi protagonisti di quell’epoca, fra la Pop Art della Scuola di Piazza del Popolo e l’Arte Povera da Genova e Torino.

copertina_pascali

Leggi tutto: Pino Pascali. Genio ribelle tra libertà e committenza

Poeti XXL a CHIARI. Maestri europei della Poesia Visiva

Dal 4 marzo al 18 aprile 2006

Villa Mazzotti, Chiari (Brescia)

Dal 4 marzo al 18 aprile 2006, il Comune di Chiari dedica alle liriche e poliedriche perlustrazioni della Poesia Visiva europea un’ampia rassegna: Poeti XXL a Chiari. Maestri europei della Poesia Visiva organizzata nel prestigioso spazio pubblico di Villa Mazzotti e presso la Galleria Colossi Arte Contemporanea di Chiari.

Attraverso una selezione accurata di circa centocinquanta opere provenienti dalla collezione Paolo Berardelli (Brescia), appartenenti a dieci grandi esponenti del Movimento, italiani ed europei, la mostra offre l’opportunità di avvicinarsi ad uno dei fenomeni più affascinanti e complessi della storia dell’arte italiana dell’ultimo cinquantennio, ancora tutto da scoprire nelle sue innumerevoli sfaccettature e nei suoi fondamentali legami con i linguaggi artistici dal tramonto del XIX secolo ad oggi.

copertina_poesia

Leggi tutto: Poeti XXL a CHIARI. Maestri europei della Poesia Visiva

Gianni Bertini. Immagini del tempo

Dal 14 gennaio al 28 febbraio 2006

Dal 14 gennaio al 28 febbraio 2006 la Galleria Colossi Arte Contemporanea di Chiari (Brescia) dedica alla dissacrante e multiforme creatività dell’artista pisano Gianni Bertini un’ampia rassegna: Gianni Bertini. Immagini del tempo.

Attraverso una selezione accurata di circa quaranta opere appartenenti ai principali momenti creativi dell’artista, la mostra offre l’opportunità di avvicinarsi ad una delle personalità più complesse ed intriganti del panorama artistico italiano degli ultimi cinquant’anni che, come dice Lara Vinca Masini, ha saputo attraversare più di mezzo secolo a passo di carica, come un guerriero antico (o un kamikaze giapponese), usando la pittura come spada e vessillo.

Il percorso espositivo parte dalle esperienze informali e nucleari degli anni Cinquanta, dominate da una pittura gestuale di macchie, sgocciolamenti e colature dove il colore, dapprima espresso in tinte forti e primarie, si rapprende poi in pochi segni scabri ed incisivi: spatolate nere, grumi giallognoli e grigi, fondali biancastri, allucinati e violenti, tesi in una lotta titanica di forze e di pesi, di materia e di luce. Ogni pittura di Bertini è come un mondo esploso che ha proiettato nello spazio tutto il suo inchiostro: i principi meccanici, i “rotori” che producono il movimento entrano prepotentemente nelle tele, in agglomerati di turbini, pistoni, gangli meccanici, mentre i titoli delle opere, tratti per lo più dall’antica mitologia greca, suggeriscono la presenza di un mondo raccontato come una nuova epopea moderna, non figurativa.

copertina_bertini

Leggi tutto: Gianni Bertini. Immagini del tempo

Un nuovo spazio

a cura di Walter Guadagnini

dal 1 ottobre al 3 novembre 2005

L'arte figurativa, per vivere, ha bisogno dello spazio. Le opere d'arte mimano lo spazio, lo inventano, lo modificano, si pongono comunque in rapporto con esso, sia concretamente che metaforicamente. Molto spesso, sono esse stesse spazio, una porzione di spazio, una condizione dello spazio. Spesso, le opere d'arte creano uno spazio nuovo, fisico e mentale.

copertina_nuovo_spazio

Leggi tutto: Un nuovo spazio

COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 16 - Brescia
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
info@colossiarte.it
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991